SP Tre Penne vs FK Rabotnicki UEFA Europa League 2017

Cronaca del match e post partita

SP Tre Penne vs FK Rabotnicki UEFA Europa League 2017

Tre Penne- Rabotnicki 0-1

Tre Penne (4-1-4-1)

Migani; Palazzi, Fraternali (38’st Capicchioni), Rossi, Merendino; Patregnani; Simoncelli, Gasperoni, Gai, Santini (27’st Calzolari); Moretti (17’st Marco Martini)

A disp.: Macaluso, Cesarini, Marigliano, Succi

All.: Bizzotto

Rabotnicki (4-3-3)

Siskovski; Iliev, Mitrev, Raso, Herera; Trajcevski, Duranski, Najdenov (36’st Stankovski); Kadriu, Markoski, Suad Sahiti (28’st Emir Sahiti)

A disp.: Bozhinovski, Sadiki, Kordoba, Ackovski

All.: Trenevski

Arbitro: Jason Barcelo (Gibilterra)

Ammoniti: 10’st Najdenov, 11’st Gasperoni, 24’st M. Martini, 42’st Calzolari

Marcatori: 44’st Mitrev

SAN MARINO STADIUM- Un 1-0 che lascia l’amaro in bocca, ma che per certi versi fa sorridere. Tante le cose buone che si sono viste durante i 90′ per i ragazzi di ‘Gigi’ Bizzotto: buona corsa e diverse occasioni da gol. Ancora una volta è stato possibile dimostrare che il calcio sammarinese è in continua evoluzione e che, a piccoli passi, sta crescendo sempre di più. Prima grossa occasione del match che capita sui piedi di Andrea Moretti al 15′, lancio di Gasperoni per l’attaccante numero 9 che stoppa il pallone sul quale arriva repentino l’intervento del portiere prima che Moretti potesse calciare. Opportunità per il Rabotnicki al 27′ con un lancio lungo dalla difesa sul quale Stefano Fraternali non riesce a fare buona guardia dando spazio a Markoski per il tiro, che termina a lato dalla porta difesa da Mattia Migani. Al 33′ si riporta in avanti il Tre Penne di ‘Gigi’ Bizzotto: Moretti porta avanti l’azione personale che si conclude con un tiro dalla distanza fiacco e che termina tra le braccia dell’estremo difensore macedone. Qualche minuto più avanti, precisamente al 35′, una punizione di Herera che attraversa tutta l’area del Tre Penne impensierisce Migani che lascia che il pallone rotoli fuori dal rettangolo di gioco. A 3′ dal termine del primo tempo il Rabotnicki si porta in avanti, punizione dai 20m calciata con forza da Duranski e parata con i pugni da Migani. Fine primo tempo senza recupero che termina sullo 0-0. Secondo tempo che si apre col botto: disimpegno difensivo della difesa macedone che favorisce Simoncelli il quale calcia col sinistro, il tiro viene respinto da Siskovski. Partita che continua ad alti ritmi, occasione per gli ospiti al 15′ con un tiro di Suad Sahiti che termina fuori dallo specchio della porta. Al 16′ il neo entrato Emir Sahiti calcia un tiro dalla distanza che viene deviato dalla difesa biancazzurra e sfiora di poco la traversa. La beffa arriva ad 1′ dal termine della partita quando da calcio d’angolo Dean Mitrev impatta di testa e segna il gol del vantaggio che regala la vittoria alla squadra macedone. Un risultato beffardo vista la buona prova della squadra che spesso si è portata in avanti e ha messo in difficoltà gli avversari, segno che tutto è ancora aperto per la sfida di ritorno fissata a Skopje giovedì 6 Luglio.

POST PARTITA- Nel post partita le dichiarazioni di Luigi Bizzotto tecnico della formazione biancazzurra: “Abbiamo concesso poco ad un avversario di valore come il Rabotnicki, i ragazzi hanno giocato benissimo dispiace solo per il gol preso nel finale dove, però, nessuno è da colpevolizzare. Tra una settimana ci sarà il ritorno in Macedonia dove è lecito sognare perché è ancora tutto aperto.”

Anche il capitano del Tre Penne, Alex Gasperoni, ha voluto commentare il match: “Ovviamente c’è un po’ di rammarico per il gol preso negli ultimi minuti, ma abbiamo dimostrato che possiamo giocare ad alti livelli ed infastidire squadre così blasonate. La strada per vincere una partita europea è quella giusta, dobbiamo solamente migliorare nella mentalità.”

Addetto stampa

Matteo Pascucci