Single Blog Title

This is a single blog caption

Poker alla Virtus: Tre Penne 4-1 Virtus

9′ giornata di Campionato Sammarinese 2018/2019

Tre Penne 4-1 Virtus

Tre Penne (4-3-3)

Migani; Cesarini, Rossi, Genestreti, Merendino; Gasperoni (12’st Calzolari), Gai, Chiaruzzi (24’st Santini); Cibelli (42’st De Marini), Angelini, Palazzi

A disp.: Lanzoni, Chierighini, Zafferani

All.: Claudio Bertoni

Virtus (4-3-3)

Lelli; Bonfé, Righi, Astolfi, Guiducci; Gega, Colonna, Tosi (30’st Pala); Matteo Giardi (1’st Bettini), Casadei (1’st Skender), Ura

A disp.: Nicola Giardi, Pazzaglia, Gavagnin

All.: Floriano Sperindio

Arbitro: Cenci

Assistenti: Baruti- Giannotti

4° Ufficiale: Piccoli

Ammoniti: 10’st Genestreti (TP), 10’st Skender (V)

Marcatori: 14’pt Chiaruzzi, 45’pt, 21’st e 48’st Angelini, 1’st Skender

ACQUAVIVA STADIUM- Ad Acquaviva va in scena la sfida tra Tre Penne e Virtus, due squadre che vengono da momenti opposti. Dopo vari affondi il Tre Penne trova il vantaggio al quarto d’ora: corner battuto da Gai per il colpo di testa vincente di Nicola Chiaruzzi al debutto stagionale dal primo minuto. Ancora i biancazzurri in avanti al 27’ con una buona palla-gol: passaggio in verticale di Gasperoni per Palazzi che supera il difensore avversario con una finta e calcia di sinistro, Lelli respinge con i piedi. L’occasione più ghiotta del Tre Penne per raddoppiare al 32’: tiro di Gai che carambola sulla schiena di un difensore neroverde, palla ad Angelini che d’esterno destro centra il palo. Non molla la presa la compagine di Città, nuovamente in avanti a 10’ dal termine del primo tempo: Gai serve Palazzi, che a botta sicura di mancino si vede respingere la conclusione in spaccata ancora una volta da Lelli. I tempi sono maturi per il gol del 2-0, che puntualmente arriva al 46’: tiro di Chiaruzzi che finisce, dopo qualche deviazione, ad Angelini il quale da due passi deve solo insaccare.

Nella ripresa basta solo 1′ al neoentrato Skender per accorciare le distanze: Ura dal fondo per il colpo di tacco che sorprende Migani e finisce in rete. Il Tre Penne non resta a guardare, e qualche istante più tardi si riaffaccia in avanti: Gai serve Cibelli, entra in area e di esterno destro cerca di mettere il pallone sul secondo palo:  conclusione che finisce di poco fuori. I biancazzurri si rendono particolarmente pericolosi sui calci piazzati, traversone di Gai per Genestreti che prende l’ascensore e stacca più in alto di tutti: Lelli si distende e respinge. Il 3-1 arriva al 21’: nuovamente da corner, con la palla messa in mezzo da Nicola Gai per Angelini che segna la doppietta personale con un imperioso stacco di testa. La Virtus nel finale non  si fa vedere e il Tre Penne ne approfitta per segnare anche il poker a tempo ormai scaduto: dalla sinistra Palazzi mette in mezzo un pallone basso sul quale arriva Angelini che in spaccata realizza la tripletta. Triplice fischio dopo 4’ di recupero, per il Tre Penne si tratta della seconda vittoria consecutiva in questo Q2.

POST PARTITA- Nel dopo gara sono intervenuti Nicola Chiaruzzi, autore dell1-0, e Mattia Migani che ha festeggiato le 100 presenze con il club di Città.

Il centrocampista si dice “Contento per il gol segnato, sono passati quasi due anni e mezzo dall’ultima partita da titolare in Campionato. Oggi era importante vincere, ed è quello che abbiamo fatto;  il passivo poteva essere anche maggiore, ma abbiamo ottenuto 3 punti importanti.– prosegue- “Finalmente sono riuscito a mettermi in forma, dopo aver recuperato da qualche acciacco. Mi metterò a disposizione della squadra e cercherò di fare del mio meglio.”

L’estremo difensore, ex San Marino Calcio, commenta così questo importante traguardo: “Sono molto felice per aver raggiunto le 100 presenze con questa maglia. Le prime stagioni sono state molto belle poiché condite dalla vittoria di alcuni trofei, mentre negli ultimi anni non siamo riusciti a rifarci. Lavoriamo duro per alzare qualche titolo.

C’è spazio anche per le emozioni e per i ricordi, ripensando al momento più bello e alla parata più decisiva: “Entrambi i ricordi appartengono alla prima stagione: sicuramente la vittoria del Campionato Sammarinese mentre nella classifica delle parate più belle inserisco i tre rigori respinti in semifinale contro la Folgore, che ci hanno permesso di arrivare in finale.”

Addetto stampa

Matteo Pascucci