Single Blog Title

This is a single blog caption

3 gol per accedere in semifinale di Coppa Titano

Ritorno quarti di finale di Coppa Titano 2018/2019

Cailungo 0-3 Tre Penne

Cailungo (4-4-2)

Magnani; Angeli, Michele Rossi, Iuzzolino, Tamburini; Pellino, Alberto Delprete, Oliva (40’pt Venerucci), Raschi; Filippo Delprete (14’st Ciavatta), Conti (1’st Semprini)

A disp.: Francioni, Gualandi, Santarini, Donati

All.: Claudio Bartoletti

Tre Penne (4-2-3-1)

Migani; Cesarini, Genestreti, Fraternali (18’st Andrea Rossi), Merendino; Patregnani (29’st Chiaruzzi), Gasperoni; Cibelli, Gai, Simoncelli (8’st Santini); Angelini

A disp.: Chierighini, De Marini, Zafferani

All.: Stefano Ceci

Arbitro: D. De Girolamo

Assistenti: G. De Girolamo- Mineo

4° Ufficiale: Ucini

Ammoniti: 5’st Genestreti (TP), 35’st Chiaruzzi (TP)

Marcatori: 7’pt e 35’pt Angelini, 23’pt Patregnani

DOGANA- La cronaca della partita si decide sostanzialmente nella prima frazione di gioco, nella quale il Tre Penne chiude i discorsi qualificazione andando a riposo con un parziale di 3-0 che si manterrà fino al triplice fischio finale.

Primi minuti di gara giocati ad alta intensità, dopo appena 6′ il Cailungo ha l’opportunità per portarsi in avanti: palla di Filippo Delprete per Pellino che calcia a botta sicura e centra il palo. La risposta del Tre Penne è immediata, al 7′ arriva il gol del vantaggio con Cibelli che serve Gai, il numero 8 calcia e para Magnani; la sfera torna ancora al centrocampista biancazzurro che mette in mezzo per il colpo di testa vincente di Michael Angelini. La formazione di Città è molto pericolosa, soprattutto con gli esterni d’attacco, traversone di Cibelli per il colpo di testa di Patregnani respinto da Magnani che compie gli estremi per deviare in calcio d’angolo. È solo il preludio al gol che arriva dal corner seguente, palla messa fuori e botta dalla distanza di Patregnani che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Il tris è servito al 35′: lancio lungo di Gai che taglia tutto il campo, perfetto lo stop di Angelini che da distanza ravvicinata non sbaglia il più facile dei gol. L’ultima istantanea di questo primo tempo è il palo centrato da Michael Angelini che va vicino alla tripletta servito ancora una volta da Nicola Gai.

Nella ripresa il copione non cambia: è ancora Tre Penne in avanti. Dopo 3′ i ragazzi di Ceci sfiorano il poker con il cross di Simoncelli per il colpo di testa di Patregnani che termina di poco a lato. Il match vive una fase di stallo fino alla mezzora, poi i biancazzurri premono nuovamente sull’acceleratore e si rendono pericolosi al 35′ con il traversone del neoentrato Santini per la girata al volo di Angelini, conclusione che sfiora il palo. Legno che viene colpito da Nicola Gai nell’ultima, vera occasione della partita: tiro dalla distanza di collo destro che si stampa sulla traversa e finisce fuori.

Triplice fischio dopo 3′ di recupero e in virtù del 3-1 dell’andata il Tre Penne passa il turno e approda in semifinale, dove affronterà la Folgore.

POST PARTITA- Nel dopo gara Luca Patregnani, uno dei migliori per la compagine di Città, afferma: “Vittoria molto importante che ci permette di avanzare nella competizione. Con l’arrivo di Ceci sulla panchina del Tre Penne abbiamo aumentato l’intensità del gioco.– prosegue- “Il gol nei primi minuti di gara ci ha permesso di giocare con molta più tranquillità su un campo in cui è difficile far girare bene il pallone. Voglio dedicare la mia rete alla squadra e a mia figlia.”

Ufficio stampa SP Tre Penne

Matteo Pascucci