Single Blog Title

This is a single blog caption

Ceci suona la carica in vista del ritorno di Coppa Titano

La semifinale di andata dell’edizione 2018/2019 di Coppa Titano tra Tre Penne e Folgore si è conclusa con un pareggio a reti bianche, che rimanda ogni eventuale calcolo al ritorno.

Una sfida giocata su alti ritmi da parte della squadra di Città, a tratti in pieno possesso del gioco e con alcune occasioni importanti per portarsi in vantaggio: “Personalmente credo che quella di sabato scorso sia stata la miglior partita del Tre Penne quest’anno in riferimento all’avversario che avevamo di fronte– esordisce Stefano Ceci“Al termine del match siamo usciti tutti con un po’ di rammarico, ai punti avremmo meritato noi ma il calcio è fatto di gol e in alcune circostanze siamo stati imprecisi. La prestazione della squadra però mi lascia molto soddisfatto e offre ai ragazzi una consapevolezza sui loro mezzi.”

La compagine biancazzurra si è allenata tre volte nel corso della settimana: “Arriviamo molto bene fisicamente, questo è un dato di fatto riscontrato con il mio staff nell’ultimo periodo. La mia ‘preoccupazione’ è che la squadra, dopo l’ottima prestazione di sabato, sia leggermente appagata. In allenamento ho voluto ribadire alcuni concetti e ho richiamato all’attenzione i miei giocatori. Rimane importantissimo mantenere la concentrazione.”

Domenica il Tre Penne arriverà alla sfida di ritorno senza Davide Cesarini squalificato, nella Folgore assenti Badalassi e Nucci anch’essi squalificati: “Nonostante i nostri avversari non avranno a disposizione due dei loro giocatori migliori, nella loro rosa hanno tanta scelta. Sono convinto che con l’atteggiamento e i principi della scorsa partita possiamo avere la meglio, ai miei giocatori chiedo di sfruttare le nostre caratteristiche tecniche migliori e avere la personalità di disputare queste gare.”

L’appuntamento, quindi, è fissato per domenica 14 Aprile alle ore 15.00 sul Campo di Montecchio: si decide chi, tra Tre Penne e Folgore, andrà in finale di Coppa Titano.

Ufficio stampa SP Tre Penne

Matteo Pascucci