Supercoppa Sammarinese 2016

TRE PENNE - LA FIORITA 2-1

La Supercoppa Sammarinese è biancazzurra!

LA SUPERCOPPA SAMMARINESE E’ BIANCAZZURRA!

SAMSUNG CSC

TRE PENNE-LA FIORITA 2-1

 

TRE PENNE: Migani, Cesarini, Merendino, Patregnani, Fraternali, A. Rossi, Calzolari, Gasperoni, Moretti, Gai (Chiaruzzi), Palazzi.

A disposizione: Macaluso, Colonna, Zafferani, Muccioli, Simoncelli, Chierighini

Allenatore: Protti

 

LA FIORITA: Vivan, Gasperoni, Martini, Cejas, Mazzola, Cavalli (Bugli), Rinaldi, Cangini, Selva, Docente (Parma), Martini.

A disposizione: Taddei, G. L. Bollini, Righi, Guidi, De Biagi.

Allenatore: Bizzotto

 

Arbitro: Delvecchio

Marcatori: 3′ Martini, 23′ Moretti e 86′ A. Rossi

 

FIORENTINO – Sono trascorsi 119 giorni dalla finale del campionato, una partecipazione ai turni preliminari di Europa League e di Champions League, 2 giornate di Campionato della nuova stagione e 1 giornata di Coppa Titano, Tre Penne e La Fiorita incrociano di nuovo tacchetti e destini sul sintetico del “Federico Crescentini” di Fiorentino, in palio la Supercoppa Sammarinese 2016. I primissimi instanti del match sono di marca gialloblu. Il rasoterra di Marco Martini non lascia scampo a Migani. Il vantaggio dopo soli tre giri di lancette rivoluziona i fattori in campo. Il Tre Penne abbandona di massa la propria metà campo e inizia il trasloco verso Vivan. Patregnani e Gai hanno il compito di innestare i propri compagni e di illuminare le trame. E proprio in una sortita indirizzata dall’ex Faetano, Patregnani, Moretti entra in collisione con il terzino Gasperoni, il direttore di gara non ha esitazioni e concede la massima punizione ai ragazzi di Protti. Gli undici metri però destabilizzano Moretti che si lascia ipnotizzare da Vivan, il nuovo terminale è rapido e risolutore sulla respinta. Il suo tap-in di testa vale il pareggio perduto. Le antagoniste della scorsa stagione rispondono colpo su colpo ai tentativi avversari. Rinaldi ha una buona chance ma non ha l’istinto vincente. Mirko Palazzi ingaggia e vince il duello sull’out destro dando solo l’illusione del gol con una conclusione che sfiora l’angolino. Il match sembra incanalarsi verso l’appendice dei tempi supplementari quando il man of the match, Andrea Rossi, si prende scena e trofeo. Lo schema da calcio di punizione arma il diagonale del difensore centrale che fulmina Vivan e indirizza la Supercoppa nella bacheca del Tre Penne. La Fiorita accusa il colpo e nei restanti minuti non ha né la forza né la lucidità per creare i presupposti per il pareggio. Il Tre Penne in amministrazione ordinaria è più che sufficiente per brindare al primo trofeo della stagione 2016-2017.

MC