Post partita Juvenes/Dogana vs Tre Penne

Juvenes/Dogana vs Tre Penne

Il Tre Penne avanza all’insegna di Gai e Moretti

Tre Penne vs Juvenes/Dogana 3-1

Tre Penne (4-3-3)

Migani; Capicchioni (33’st Valli), Rossi, Fraternali, Cesarini; Alex Gasperoni, Patregnani, Gai; Calzolari (23’st Simoncelli), Moretti (43’st Censoni), Palazzi

A disp.: Chierighini, Merendino, Giacomo Zafferani, Lazzarini

All.: Protti

Juvenes/Dogana (4-3-3)

Manzaroli; Mantovani, Villa, Della Valle, Battistini; Cuttone, Jacopo Raschi (41’st Mariotti), Lorenzo Gasperoni; Nicola Zafferani (17’st Gobbi), Sorrentino, Santini (30’st Canini)

A disp.: Zonzini, Colombini, Thomas Cavalli, Nicolas Cavalli

All.: Ceramicola

 

Arbitro: Michele Scarpino

Ammoniti: 27′ Della Valle (JD), 44′ Cesarini (TP), 49′ Manzaroli, 77′ Cuttone (JD)

Espulsi: 60′ Manzaroli per somma di ammonizioni, 90′ Gasperoni L. per comportamento violento nei confronti del direttore di gara (JD)

Note: Moretti sbaglia un calcio di rigore al 63′

Marcatori: 24′ Cuttone, 71′, 93′ Gai, 83′ Moretti

 

MONTECCHIO- Una vittoria sofferta, ma importantissima per il proseguo nei play-off di campionato per il Tre Penne che si impone in rimonta sulla Juvenes/Dogana, che ha giocato mezz’ora della ripresa in inferiorità numerica a causa della doppia ammonizione di Manzaroli. Una partita che per i primi 20′ non regala troppe emozioni, poi al 23′ il vantaggio dei biancoazzurri di Dogana: punizione di Villa per il colpo di testa vincente di Cuttone che batte Migani. Il Tre Penne cerca immediatamente la scossa e prova a farsi sotto al 28′ con una punizione rasoterra dal limite di Moretti, bloccata da Manzaroli senza problemi. Scende in campo sotto un’altra veste il Tre Penne di Marco Protti che dopo appena 11′ dalla ripresa va vicina al gol del pari con il tiro a giro di Nicola Gai che si stampa sulla traversa. Continua la spinta dei biancoazzurri che al 15′ hanno l’occasione più grossa: Cesarini viene atterrato da Manzaroli in area di rigore, per il portiere si tratta della seconda ammonizione e lascia così i suoi in 10; dal dischetto si presenta Moretti che centra il palo. In superiorità numerica, i biancoazzurri di Città si spingono sempre di più in avanti e al 26′ arriva il pari, cross basso di Cesarini per Gai che deve solo appoggiare in rete. Arriva anche il gol del sorpasso: traversone del neoentrato Valli per il colpo di testa di Andrea Moretti che torna al gol dopo un lungo periodo di digiuno dalla rete e viene così festeggiato da tutta la panchina biancoazzurra. Sul finire di gara, precisamente al 48′, arriva il definitivo 3-1 con la doppietta personale di Nicola Gai che batte Gobbi con un tiro a giro che coincide anche con il triplice fischio del direttore di gara, il quale viene spintonato e buttato a terra al termine dei 90′ da un giocatore della Juvenes per qualche decisione non troppo corretta a detta della formazione allenata dal tecnico Giampaolo Ceramicola.

POST PARTITA- Nel dopo gara Marco Protti analizza e commenta la partita dei suoi: ” Sono contento della vittoria, mi aspettavo una gara così difficile poiché sono una squadra molto giovane, che corre molto e che fa dell’agonismo il suo punto di forza. Sono stati bravi ad arginare alcuni dei nostri giocatori principali e a pressarci per tutta la partita, erano molto alti e non ci lasciavano molti spazi.- prosegue- Sono contento della reazione avvenuta nella ripresa anche perché ci mancavano giocatori importanti quali Simoncelli e Merendino che si è fatto nuovamente male.”

Anche Nicola Gai, autore di un’ottima gara e di una doppietta, commenta così la sua prestazione: ” Sono contento sicuramente per la prestazione della mia squadra e per aver contribuito alla vittoria.- prosegue scherzando- Preferisco che i giocatori marchino Patregnani piuttosto che me, così ho più spazi liberi per avanzare. Sono consapevole che in ogni partita devo dare quel qualcosa in più e sono contento di riuscirci, sabato affronteremo la Libertas e sarà forse una delle gare più difficili della stagione anche perché arriviamo da un tour de force di un mese che ci ha lasciato poco tempo per recuperare le energie fisiche, mentre dal punto di vista psicologico arriverò al massimo della condizione.”

Addetto stampa

Matteo Pascucci